Home E-Books Effetti speciali e sviluppo giochi in Java Introduzione

Effetti speciali e sviluppo giochi in Java(TM) - Introduzione

di Anibal Wainstein (traduzione di Hanami Solutions)

Preambolo

Tutti i diritti sul contenuto di questo corso sono riservati e appartengono a Mandomartis KB e Scandinavia Online AB. Questo corso può essere solo visualizzato online. Mostrare per iscritto il contenuto di questo corso in un altro sito comporterebbe una violazione del diritto di copyright svedese e internazionale. Ad ogni modo potete scaricare liberamente il codice sorgente di esempio e utilizzarlo per il vostro lavoro. Java(TM) è un marchio registrato di Sun Microsystems e sarà di qui in poi riferito come "Java".

Informazioni sull'autore



Ho studiato all' Istituto di Fisica dell' Università di Stoccolma e sono uno dei fondatori ed ex-Presidente di Demicron Company. Attualmente sono general manager e sviluppatore unico presso Mandomartis Company. Ho lavorato a livello professionale sia con Java che con C++ per svariati anni e tra le altre cose ho sviluppato Visual Applet Configurator e un ampio numero di applets Java. Dedico questo corso al mio caro amico, e allo stesso tempo uno dei più grandi programmatori di effetti al mondo, il norvegese Tonny Espeset. Col suo libro Kickass Java Programming, ha rivoluzionato la programmazione Java e dimostrato senza ombra di dubbio la superiorità di Java rispetto ad altri linguaggi di programmazione quando si tratta di realizzare effetti speciali di livello avanzato per il web design. Il libro "Kickass Java Programming" è l' UNICA alternativa se devi programmare effetti speciali in Java (Richiede comunque una conoscenza di base del Java che si consegue con questo corso). Vorrei cogliere questa occasione per ringraziare Raymond Knoll di Sarnia, Canada, per il suo grande supporto e le sue preziosissime correzioni. Un grande ringraziamento va a Mathias Johansson, capo di Javahouse, La più grande risorsa Java della Svezia e dell'intera Scandinavia e a Stefano de Carolis, presidente di Demicron Company, per i loro consigli e il supporto per la versione svedese di questo corso.

Cos'è Java?



Sicuramente sarà capitato anche a voi navigando in Internet di aver trovato nella homepage di qualcuno una cornice grigia che si trasformasse in un effetto o una animazione. Con ogni probabilità quella in cui vi siete imbattuti è una applet Java . Una applet Java è un piccolo programma che può essere scaricato sul vostro computer ed esservi poi eseguito. La velocità e la funzionalità di questo piccolo programma dipende interamente dal vostro computer, dal browser che utilizzate (Netscape o Microsoft Internet Explorer) e da come l'applet sia stata programmata.

Argomenti che verranno trattati durante il corso



Ho considerato a lungo di iniziare un corso di Java dove potessi insegnare le cose più cool in Java. Il corso verterà principalmente sugli effetti speciali e sulla programmazione di giochi sotto forma di applets. Quando parlo di programmazione di effetti speciali mi riferisco ad animazioni in Java che siano facilmente configurabili da non-programmatori attraverso i loro parametri. Per ogni applet di effetti speciali, spiegherò come implementarla come plugin per Visual Applet Configurator che è a tuttoggi il solo programma che possa implementare applets di altri sviluppatori come plugins e semplificarne la configurazione. Con sviluppo di giochi mi riferisco in particolare allo sviluppo di semplici applet ludiche e giochi via internet con relativi server. Vi insegnerò inoltre come sviluppare applicazioni, sistemi client-server e come usare il motore grafico di Java seppure su una scala ridotta. La versione principale di Java che prenderemo qui in esame è la 1.02 per via della sua compatibilità con i browsers più vecchi, ma imparerete anche Java 1.1 e 1.2 (Java 2). Ritengo che ci siano due tipi di programmatori: quelli che imparano un linguaggio fine a sè stesso e quelli che lo imparano per ottenere dei risultati. Questo corso si orienta ai secondi. Per questa ragione nei primi due capitoli esporrò le basi necessarie per cominciare ma inizieremo a trattare gli effetti speciali già nel Capitolo 3.

Cosa serve per cominciare



Non si richieda alcuna competenza di base altra che una buona padronanza di Windows 95/98 o Windows NT 4.0 e dei programmi che vi sono inclusi. Si richiede conoscenza di Internet e di alcune basi di programmazione HTML. Lato software vi serve:

Vi prego di notare che avete bisogno solo di UN browser e UNO degli ambienti di sviluppo. Non c'è grossa differenza in quale scegliate. Visual Applet Configurator verrà esaminato nei capitoli successivi per cui non ne avrete bisogno all'inizio. Ad ogni modo non nuoce scaricare Applet FX subito. È freeware e contiene 20 grandi applets, molte delle quali sviluppate da me.

Un saggio consiglio ai futuri programmatori

 

La programmazione è spesso vista come difficile e noiosa dai novizi che provano a compiere i loro primi passi. La sintassi del linguaggio può essere complicata e definita e sviluppata da persone senza troppe abilità pedagogiche. Per mia esperienza di programmatore non ho mai trovato nessun linguaggio così semplice e facile da imparare come il Java. Comunque credo per per essere un buon programmatore si debbano seguire i seguenti consigli:

  • Avere buona autostima.Non c'è limite a quello che potete fare. Quelli che hanno scritto programmi oggi famosi sono persone di carne ed ossa come voi e non super uomini. Quindi voi dovreste essere capaci di sviluppare programmi simili e forse migliori.

  • Siate ostinati e decisi. Se qualcosa non funziona riprovate finché non capite dove è il problema. In ogni caso non cercate dei bug per più di mezz'ora se avete altro da fare. Prendetevi una pausa e lo troverete più tardi.

  • Disciplina e diligenza vi aiutano attraverso le parti noiose della programmazione.

  • Pratica e teoria sono la migliore combinazione quando si impara a programmare.

Iniziamo!
In bocca al lupo!

 


Pagina seguente >>